Camplin – l’inventore del peacoat

L’azienda del marchio Camplin è la prova di come un capo d’abbigliamento può, non solo essere rivoluzionario, ma innovativo, pratico e distintivo.

Dalla seconda metà del ‘800 il signor Charles Camplin rifornì la marina inglese (Royal Navy) di uniformi nautiche. La storia partì dalle colonie britanniche, dove il signor Camplin intuì la necessità di produrre, non solo uniformi, ma capi adatti ai tragitti nautici distinguibili in base al grado gerarchico che il soggetto in questione ricopriva.

Fino ad allora i Sottufficiali utilizzarono la stessa uniforme dei normali marinai abili, ma avevano bisogno di una loro “divisa”, pratica, non come i lunghi cappotti che portavano gli ufficiali anziani. Charles ebbe un’idea fantastica: una giacca con lo stesso stile importante di un cappotto ma la praticità nel movimento di una giacca. Così venne creato il Peacoat, o P.Coat (P per Petty in Petty Officer).

Il signor Camplin venne pure premiato con la medaglia del servizio generale navale, una medaglia con un nastro blu a strisce verdi. Questo motivo tutt’ora viene utilizzato per foderare l’interno del Peacoat.

Al Peacoat venne aggiunto in dettaglio un cordino corto utilizzato come prolunga per abbottonare la giacca doppiopetto appena sotto al collo. Questo accadeva quando, per il freddo, i marinai sotto al Peacoat dovevano mettere molti altri indumenti, e il collo in questo modo non poteva chiudersi del tutto.

Etichettato , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *